Basket - Cuore, testa e gambe: Casa Culturale ce l'hai fatta! Gara 3 e promozione in A1 sono realtà!

notizia pubblica il 23/04/2016 - ultimo aggiornamento del 23/04/2016

CASA CULTURALE SAN MINIATO: Amerizzi 2, Baldini 3, Cecchini 4, Dei 11, Melani, Latini 9, Panchetti, Passaponti 5, Orsini, Taverni, Tinacci, Vella 21

Come già accaduto durante questa fantastica stagione, la Casa Culturale di Coach Bartoli, era attesa da una partita fondamentale, una gara da dentro o fuori. Ma questa volta tutto era diverso, in questa occasione si decideva tutta la stagione e l'attesa da parte della squadra era altissima così come la concentrazione e la tensione che si respirava.

La "bella", giocata contro il temibile avversario Libbici Livorno, sconfitti a domicilio in gara 2 la settimana precedente, è stata una partita, disputata di fronte ad un PalaToniolo gremito e caldo come non mai, che ha riassunto tutti i valori e le capacità tecniche della Casa Culturale espresse durante una intera stagione, settimana dopo settimana. Cuore appunto, concentrazione, determinazione, sacrificio ed una grandissima motivazione da parte di ciascun elemento di San Miniato, a partire dal Coach Andrea Bartoli e dal suo assistente Pardini, hanno fatto in modo di rendere realtà quello che era l'obiettivo prefissato ad inizio stagione, ma sempre detto sotto voce: la promozione in A1 per la prossima stagione!

Venendo alla cronaca della partita, malgrado un arbitraggio certamente non all'altezza, Gara 3 ha mantenuto decisamente le aspettative della vigilia, un match combattuto possesso su possesso, fisico e sempre in equilibrio sino agli ultimi minuti. Gli ospiti, pur presentandosi al PalaToniolo in numero ridotto (7 giocatori a referto) e con la pesante assenza di Fornaciai, hanno comunque lottato duramente e la Casa Culturale è stata dunque costretta a fare ancora una volta gli straordinari per portare a casa vittoria e conseguente promozione. Prestazione di livello importante da parte di tutti i compagni di capitan Tinacci; ognuno "ha sputato sangue" in campo e fuori, offrendo tutto quello che poteva e fondamentale è stato senza dubbio anche il supporto dei ragazzi a sedere in panchina ed anche di quelli presenti in tribuna, pronti a sostenere i propri colori dall'inizio alla fine. 

San Miniato inizia forte con un parziale di 11 a 0 nei primi cinque minuti con un Vella in versione super (alla fine Vella metterà a referto 21 punti con ben 4 "bombe") ed un eroico Cecchini che, malgrado un intervento subito pochi giorni prima alla schiena, riesce a far "girare" la squadra come lui sa fare. Ospiti bravi a ritrovare il feeling col canestro, grazie soprattutto alla realizzazione dalla lunetta per i numerosi falli fischiati a proprio favore ed alla performance da 19 punti del numero 20 Ferretti, che hanno loro permesso di concludere il primo tempo sotto di sole cinque lunghezze. La posta in palio e la spinta del pubblico erano però troppo importanti per mollare; la Casa Culturale nel corso del secondo tempo reagisce e lo fa a modo suo, con una difesa di ferro, in cui il reparto lunghi composto da Latini, Melani, Orsini, Taverni e Tinacci l'ha fatta da padrone e soluzioni offensive ben costruite, con Vella, autore di una prova da assoluto protagonista,Baldini, Passaponti, Amerizzi e Panchetti maiuscoli, un Cecchini più che mai indispensabile ed infine, ultimo non a caso, un Dei al top della propria forma, che ancora una volta ha svolto il ruolo di "killer" abbattendo le speranze dei Libbici e mettendo la parola fine alla gara grazie alle sue triple mandate a segno. 

Il tabellone alla fine dice 55 a 46 e per la Casa Culturale è finalmente l'ora di festeggiare per il traguardo con fatica raggiunto, assieme a tutto il pubblico del PalaToniolo, liberandosi della tensione accumulata; una grandissima soddisfazione per tutti quanti, un bello e giusto finale per una stagione vissuta da protagonisti, piena di soddisfazioni, impegno e sacrificio, una stagione che ha fatto sì che si potesse creare una bellissimo gruppo di amici e, prima ancora, di uomini! Il prossimo sarà A1, sarà una battaglia, sportivamente parlando, ogni settimana ed i ragazzi di Bartoli non vedono già l'ora di cimentarsi in questa nuova e meritata avventura!

Adesso però manca solo la ciliegina sulla torta, ossia la conquista del titolo di campione di A2 Uisp Livorno-Pisa-Lucca, che permetterebbe l'ingresso e la permanenza all'interno dell'albo d'oro Uisp. L'assegnazione del titolo sarà decisa Giovedì 28 Aprile ore 21.45 presso il PalaSport di Pontedera, in una finalissima "secca" da giocarsi contro l'Accademia Navale Livorno, squadra vincitrice del girone A e promossa, assieme a San Miniato, in A1 per la prossima stagione. Massima attenzione dunque per questo ultimo, ma importante impegno, che consacrerebbe definitivamente il campionato 2015-2016 della Casa Culturale. Nuovo obiettivo quindi, ma stesso credo: mai mollare!!

 
Copyright 2011 Casa Culturale s.c.r.l.
Piazza Pizzigoni, 5 - 56028 San Miniato Basso (PI)
sito realizzato da Navigalibero